Spettacolo di varietà per gli amici a 4 zampe

Al Cineteatro S. Pietro Gala di beneficenza

Si è svolta sabato 7 aprile in una splendida cornice di pubblico presso il teatro S. Pietro di Scafati la prima edizione del “Gala di beneficenza a 4 zampe” che ha visto protagonisti diversi giovani scafatesi, di età differenti, cimentarsi in coinvolgenti ed emozionanti recitazioni, balli e canti.
Sullo sfondo un tema delicato quanto rilevante: la tutela e la difesa degli animali randagi. Il progetto è stato ideato e voluto dall’associazione A.D.A.R. (Associazione Difesa Animali Randagi), prima associazione iscritta all’albo della Regione Campania, che da tanti anni mette in campo la propria opera contro il diffusissimo fenomeno del randagismo, promuovendo battaglie su più fronti e soccorrendo materialmente i piccoli esseri indifesi, dando loro l’opportunità di trovare ospitalità e un ambiente adeguato presso le famiglie interessate alla loro adozione. Lo spettacolo andato in scena ha voluto richiamare l’attenzione e la sensibilità del pubblico sulla necessità di tutelare maggiormente la natura che ci circonda insieme ai frutti e le diverse forme di vita che la popolano ma che troppo spesso vengono bistrattati dall’incuria e dai vizi connaturati nell’uomo. In tal senso, i giovani volontari scafatesi hanno inscenato in chiave ironica e, in parte, drammatica il misterioso ciclo della vita, dalla Creazione ai giorni nostri; rappresentando dapprima la natura come un universo pulito ed incontaminato per poi diventare, successivamente, una realtà violentata dall’azione dell’uomo, sempre più insensibile alla valorizzazione del creato. Tra sketch comici, letture riflessive e danze con canti, intervallate da suggestive video proiezioni, gli spettatori sono stati spinti ad una educativa meditazione su un tema apparentemente scontato, quale quello della difesa degli animali e della natura, ma che in realtà necessita di un costante richiamo alla sensibilizzazione da parte della collettività.

La serata, inoltre, è stata un’occasione per assistere al sorprendente talento di giovanissimi attori scafatesi che hanno mostrato abilmente e professionalmente la loro indiscutibile bravura nell’arte della recitazione. Lo spirito di gruppo che contraddistingue questi giovani scafatesi è facilmente percepibile e c’è da dire che questo valore è venuto fuori anche nelle difficoltà che hanno incontrato. Difatti lo spettacolo sarebbe dovuto andare in scena nel marzo scorso presso l’auditorium-teatro di “Scafati solidale” ma, tuttavia, a causa delle recenti problematiche insorte e legate alla chiusura della struttura, la serata fu annullata. Ciò non ha svilito i ragazzi che con lo stesso entusiasmo hanno deciso di portare avanti la loro idea e trovare una idonea soluzione. Va rimarcata, altresì, la partecipazione al progetto da parte di altre formazioni sociali impegnate sia nel sociale, quale Emora onlus – attiva nel sostegno psicologico e socio-sanitario per disabili e anziani – che nello sport come la Russian Ballet SSDarl. La serata, insomma, ha riscosso enorme successo ed anche la regista dello spettacolo Marianna Tessito si è detta entusiasta dichiarando che: “il progetto ha lo scopo di far conoscere l’associazione A.D.A.R. e il suo operato sul territorio, sensibilizzando le persone al tema dell’adozione degli animali e informandole sull’impatto positivo che deriva dalla stessa. Il ricavato dello spettacolo verrà utilizzato per sostenere le molteplici attività dell’associazione come ad esempio quelle di sterilizzazione e vaccinazione degli animali. Uno degli scopi dello spettacolo era quello di incentivare le persone all’informazione sul tema del randagismo, sperando che questa occasione sia un trampolino di lancio per ulteriori manifestazioni e progetti volti a coinvolgere i cittadini in queste importanti tematiche”.

Tirando le somme può dirsi ben riuscito l’intento prefissato dagli organizzatori. Quando l’entusiasmo, la passione e la volontà fanno da sfondo all’impegno per una giusta causa, ogni difficoltà diventa motivo per fare meglio.


a cura di Annalisa Giordano

Commenti
Condividi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi