Il piacere di leggere: la Sezione Ragazzi della Biblioteca “F. Morlicchio” premia i piccoli grandi lettori più assidui di Scafati

“Il libro è una cosa: lo si può mettere su un tavolo e guardarlo soltanto, ma se lo apri e leggi diventa un mondo.” (Leonardo Sciascia)

Un pomeriggio di condivisione della grande passione per la cultura. Un momento di gioia per la consegna dei premi, ma anche la dimostrazione di quanto l’amore per la lettura possa coinvolgere anche i bambini e ragazzi.
Venerdì 28 settembre 2018, presso la Sezione Ragazzi della Biblioteca Comunale “Francesco Morlicchio” di Scafati, davanti a un folto pubblico di insegnanti, rappresentanti del mondo della cultura, di mamme, si è svolta la giornata di premiazione della prima edizione del Concorso “Lettori d’estate. Vince chi legge!”, ideato e progettato dalla Responsabile della Sezione Luisa De Marco, in collaborazione con i Volontari del Servizio Civile Nazionale. L’obiettivo del progetto è stato quello di stimolare la passione per la lettura attraverso forme di analisi che, nel loro aspetto ludico e agonistico, possano far apparire i diversi “sensi” con cui si può comprendere un testo.
La Sezione Ragazzi della Biblioteca di Scafati opera da più di vent’anni offrendo ai bambini e ragazzi della città, mediante i laboratori del Progetto Lettura, gli incontri con scrittori, illustratori ed editori, vari stimoli e opportunità di riflessione, di arricchimento lessicale e di contenuti, di costruzione di un pensiero critico, attraverso anche la fantasia e l’immaginazione. Ha messo in atto strategie educative e attività che hanno reso la lettura un patrimonio culturale durevole, un’attività piacevole, uno stile di vita.
Alla manifestazione, moderata dalla giornalista Annalisa Giordano, hanno preso parte la Presidente dell’AIB della sezione Campania Maria Rosaria Califano, la Presidente del Comitato Provinciale dell’UNICEF di Salerno Giovanna Ancora Niglio, ed è stata occasione per un confronto sul ruolo della biblioteca, sull’importanza di aiutare i ragazzi a creare la consuetudine con i libri, a gettare le basi per una pratica di lettura come attività autonoma e personale che duri per tutta la vita.
«La lettura – spiega Maria Rosaria Califano – è un patrimonio che va tutelato perché è la base su cui formare le generazioni future e assicurare quei valori che tengono insieme la società: la pace, il rispetto dell’altro, il piacere della scoperta e della meraviglia».

In tal senso il premio letterario destinato ai bambini e ragazzi può costituire un notevole stimolo a creare giovani lettori, con un interesse per la lettura molto più accentuato rispetto a quello mostrato attualmente dalle generazioni adulte e anziane.
Sono stati circa 80 i piccoli grandi lettori, di età compresa tra i 6 e i 14 anni, che hanno ricevuto l’attestato di partecipazione. Tra questi, i premi speciali sono stati assegnati per “la recensione più bella” ad Antonio Borriello, per “il disegno più bello” a Michela Cavallaro e Nunzia Abbagnano, per “il lettore più vorace” ad Alessia Barone. Un numero davvero importante per i partecipanti che sono stati premiati dai Volontari del Servizio Civile e, in particolare, per “il disegno più bello”, da Raffaella Avitabile, illustratrice di libri per bambini. La cerimonia di premiazione è stata, inoltre, arricchita dall’intervento musicale del M° Francesco D’Aprea, dell’Accademia Artemus, scuola di musica Pompei.

A cura di Antonio Cocchia

Commenti
Condividi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per Maggiori informazioni leggi la nostra Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi