“MODELLO D’ITALIA 2018”: la fascia allo scafatese Gerardo Stanco

Gerardo Stanco è il “Modello d’Italia” dell’anno 2018. Premiato alla finale del concorso di “Mister Italia” l’8 settembre nella cittadina di Trani, il giovane scafatese vede assegnarsi il titolo dalla showgirl Adriana Volpe, presidente di giuria.
Ancora incredulo per la vittoria Gerardo si racconta con disinvoltura: “un amico mi ha spinto ad iscrivermi al concorso. Non credevo molto a questo genere di cose. Nelle selezioni, che hanno anticipato il mio arrivo alla serata conclusiva, ne sono sempre uscito vincitore portando una fascia a casa. Quando la presidente di giuria ha letto il mio nome quale modello d’Italia 2018, non ci credevo. Il giorno prima della finale ero ancora insicuro sul percorso intrapreso” ha spiegato Gerardo.

Il concorso di “Mister Italia”, voluto da Claudio Marastoni, ha visto la vittoria di un altro campano, il trentunenne Nicola Savarese, ingegnere di Vico Equense.
Partito dalla cittadina Scafatese con molte speranze e poche certezze, Gerardo Stanco, classe 1994 annovera nel suo curriculum comparse in videoclip musicali, sfilate per collezioni di alta moda (ha sfilato anche per il marchio statunitense “Guess”) sulle passerelle di Milano e Roma, comparse televisive e svariati servizi fotografici.
Sicuro di sé, ma attento a mantenersi con i piedi ben “saldi” sul pavimento, Gerardo è consapevole del suo gradevole aspetto fisico sin da adolescente. Solo dalla maggiore età acquista sicurezza delle sue possibilità estetiche.
“Non voglio apparire esibizionista, ma sono molto sicuro di me. Non ho mai avuto complessi. Sin da bambino sognavo di occuparmi della cura del corpo, di aiutare gli altri a migliorare ed a rispettare il proprio aspetto fisico. Non è un caso che dopo la maturità scientifica, abbia deciso di intraprendere gli studi di scienze motorie presso l’Università degli studi di Napoli “Parthenope” specializzandomi in management dello sport” ha spiegato Gerardo.

Un lavoro stressante, quello del “modello”, che spinge ad essere in viaggio continuo verso le capitali della moda quali Milano e Roma, “sicuramente di questa professione apprezzo l’interazione con nuove persone” spiega Stanco. “Non ho particolari progetti futuri, lo ammetto, ma ho voglia di continuare su questa strada, mantenendo alto il titolo che ho ottenuto e cercando di trarre soddisfazioni, soprattutto per chi ha creduto in me, come la mia famiglia e la stessa agenzia Marastoni”.

Ilaria Cotarella

Commenti
Condividi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per Maggiori informazioni leggi la nostra Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi